espatriati per caso

UNIVERSITÀ ALL’ESTERO: TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE - Espatriati per caso

PRONTO A PARTIRE?

PRENOTA IL TUO HOTEL CON ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

Written on 30/01/2014, 19:16 by mome85
in-gran-bretagna-la-disoccupazione-è-in-calo
Written on 12/05/2013, 16:51 by mome85
ecco-le-mappe-dei-trasporti-pubblici-a-londra
110510
Written on 11/05/2013, 15:55 by mome85
trasporti-a-londra-oyster-card-e-travel-card
162670

HAI DOMANDE O CERCHI DELLE INFORMAZIONI?

PARTECIPA AL FORUM DI ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

UNIVERSITÀ ALL’ESTERO: TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE

Creato Mercoledì, 02 Luglio 2014
AddThis Social Bookmark Button

università estero

UNIVERSITÀ ALL’ESTERO: TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE

Quando si decide di non voler più studiare in Italia ma si preferisce andare a farlo all’estero, il primo passo, che è anche il più importante, è quello di armarsi di pazienza e di cercare tutto quello che interessa e che può essere utile. Stiamo, quindi, consigliando a chiunque decide di abbandonare il nostro Paese per andare a studiare all’estero di informarsi il più possibile, onde evitare di trovare delle brutte sorprese. Studiare in una università non italiana può dare dei vantaggi e questo è indubbio, ma si deve sempre capire se le aspettative non verranno ad essere deluse. Scegliere l’università che fa al caso proprio è importantissimo, perché tutto ciò comporta delle spese non indifferenti. Iscriversi a un’università all’estero non è difficile se si ha cognizione di quello che si sta per fare e, soprattutto, può portare delle soddisfazioni che, magari, nelle università italiane (che non si distinguono tutte per il loro livello) non si possono avere. Ci sono delle università europee e americane che sono il top ed è una giusta ambizione quella di volerle frequentare se se ne ha la possibilità, non solo economica. Ma qual è l’iter burocratico per entrare in queste tanto famigerate università? Vediamolo caso per caso.

Se si desidera iscriversi alla Sorbona o in un’altra università francese l’iter da seguire è il seguente: come detto inizialmente, ci si informa in merito e si chiede a chi di competenza di elencare quelli che saranno i documenti necessari per l’iscrizione. Tuttavia, non finisce qui, perché chi si vuole iscrivere a una università francese deve prima sostenere un test di lingua e deve essere in grado di superare un concorso abbastanza impegnativo. In primis, però, per iscriversi è necessario presentare presso le sedi del Centre Culturel Français un documento che attesti l’avvenuta preiscrizione. Tutto questo accade, solitamente, alla fine di gennaio. Ovviamente, ogni università ha la sua burocrazia e ci si deve informare caso per caso.

E chi si vuole iscrivere in una università spagnola, che deve fare? Si deve contattare l’università e darne comunicazione e, poi, si deve superare un esame di cultura generale. Verranno valutati anche i titoli presi in Italia. La Spagna, inoltre, offre delle belle borse di studio agli studenti fuori sede che vogliono trasferirsi e tutto questo per incentivare il trasferimento. Gli studenti stranieri, del resto, sono sempre un motivo di vanto.

 

Vediamo, quindi, cosa si deve fare per andare a studiare in Gran Bretagna, dove ci sono le università più ambite d’Europa. Qui tutti i corsi sono a numero chiuso e, quindi, si deve riuscire a entrarvi. Si deve sostenere, in ogni caso, un test per dimostrare di conoscere la lingua inglese e si devono esibire i titoli di studio ottenuti nel nostro Paese che dovranno essere valutati.

E in Germania? Anche qui si deve comprovare la conoscenza della lingua tedesca. C’è anche da notare che i corsi a numero chiuso non ammettono più di un tot di stranieri e, dunque, c’è maggiore selettività. Per informazioni è consigliato rivolgersi ai Goethe Institut che si trovano in molte città italiane.

Vediamo, infine, come si accede alle università Statunitensi. Molte aziende italiane apprezzano non poco il fatto che qualcuno si laurei o si specializzi nelle più famose università del mondo. Per accedere alle università americane è necessario non solo fare un test di conoscenza della lingua inglese, ma è anche necessario un visto speciale che va preventivamente chiesto presso le ambasciate americane nel nostro Paese. Si tratta di un iter decisamente più complesso rispetto a quello che si fa in Europa, ma anche il prestigio è proporzionale. Studiare all’estero, in ogni caso, è un valore aggiunto che dà esperienza e competenze.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

ARTICOLI SIMILI

Written on 15/03/2014, 14:32 by mome85
  ANCHE I TEDESCHI VORREBBERO MENO IMMIGRATI Quando si pensa di cambiare vita, emigrando all’estero e lontano dal nostro Paese che, purtroppo, è...

GOOLGE+

Tuesday the 21st. © Copyright 2012-2017 Espatriati per caso - Tutti i diritti riservati -