espatriati per caso

Studiare all'estero - Espatriati per caso

PRONTO A PARTIRE?

PRENOTA IL TUO HOTEL CON ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

Written on 30/01/2014, 19:16 by mome85
in-gran-bretagna-la-disoccupazione-è-in-calo
Written on 12/05/2013, 16:51 by mome85
ecco-le-mappe-dei-trasporti-pubblici-a-londra
111030
Written on 11/05/2013, 15:55 by mome85
trasporti-a-londra-oyster-card-e-travel-card
163760

HAI DOMANDE O CERCHI DELLE INFORMAZIONI?

PARTECIPA AL FORUM DI ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

UNIVERSITÀ E DOTTORATO ALL’ESTERO: UN’OPPORTUNITÀ PER SCOPRIRE NUOVI MONDI

dottorato università

UNIVERSITÀ E DOTTORATO ALL’ESTERO: UN’OPPORTUNITÀ PER SCOPRIRE NUOVI MONDI

Studiare all’estero è uno dei tanti modi per fare esperienza e tastare il terreno delle possibilità lavorative e non. Ecco perché sempre più giovani laureati lasciano le facoltà italiane optando per un dottorato all’estero.

Vediamo come si vince un dottorato all’estero.

Iniziamo con il dire che spesso, nel nostro Paese, fare il dottorato è qualcosa che richiede un immane sforzo per entrare ma non dà molta soddisfazione. Non sono tante, infatti, le borse di studio che permettono a chi fa ricerca di percepire un piccolo incentivo per pagare le spese a cui deve far fronte. Per questo e per tanti altri motivi, oggi come oggi, si preferisce l’estero.

Vediamo come fare per fare domanda di dottorato all’estero.

{loadposition quadrato}

Innanzitutto, si deve compilare il modulo apposito, altresì noto come application. Questo dovrà poi essere mandato (in cartaceo o online a seconda delle istruzioni) all’università prescelta. Per cercare il materiale che dovete scaricare e completare, si deve guardare il sito dell’università e cercare nella sezione postgraduates o phD. Dopo aver trovato tutti i documenti da compilare, li si scarica o li si compila direttamente online, in base a quelle che sono le direttive. Ovviamente, la domanda dovrà essere accompagnata da un curriculum vitae redatto in lingua inglese e dovrà essere indicato il percorso di studi fatto in Italia, segnalando anche se si è in possesso della triennale (Bachelor Degree), della specialistica (research Master).

Un altro passo importante da compiere nel momento in cui si inoltra una domanda è quello di preparare una traduzione in inglese degli esami sostenuti e del percorso di studi che si è affrontato. A tutto si devono allegare i documenti di identità, l’eventuale passaporto e una lettera di motivazioni. Le università straniere solitamente riservano 1 o più posti per studenti stranieri che vogliono fare il dottorato lì.

Register to read more...

TRASFERIRSI ALL’ESTERO: COME SCEGLIERE LA SCUOLA PER I PROPRI FIGLI

estero figli scuola

TRASFERIRSI ALL’ESTERO: COME SCEGLIERE LA SCUOLA PER I PROPRI FIGLI

Quando ci si trasferisce all’estero e si trova un lavoro, quasi sicuramente è una scelta senza via di ritorno. Se si inizia una nuova vita in un Paese estero e ci si rende conto che le prospettive sono migliori di quelle che ci vengono offerte nel nostro Stato, difficilmente si torna indietro. Ecco che, quindi, spesso tutta la famiglia si riunisce nel nuovo Paese e sorge un primo problema, che riguarda i figli. Questi ultimi dovranno continuare a studiare anche se lontano dall’Italia.

{loadposition quadrato}

Come scegliere la scuola per i propri figli? Quando ci si trasferisce in un nuovo Paese si deve innanzitutto cercare di capire quello che sarà meglio per i figli. Scegliere la scuola migliore è il primo passo per farli stare bene e per cercare di farli integrare. Prima dell’iscrizione ci si deve informare: qual è la scuola migliore della zona? Come vengono integrati gli stranieri? Spesso si cerca di iscrivere i propri figli nelle scuole italiane, ma lo sconsigliamo perché se vengono iscritti in una scuola del luogo potranno anche imparare una lingua diversa e potranno integrarsi al meglio. Ovviamente, prima di iscriversi dovranno avere comunque una infarinatura della lingua che si dovrà parlare e in cui si dovrà studiare. In secondo luogo, ci si deve informare su tutta la burocrazia da tenere in considerazione. Vogliamo ricordare che la maggior parte delle scuola internazionali sono private e, quindi, a pagamento e questo dovrebbe essere un altro motivo per scegliere una scuola del posto. Naturalmente, come detto in precedenza, il ragazzo o il bambino devono avere una preparazione, seppur minima, per affrontare le lezioni in lingua e per far fronte a una cultura diversa, con la quale, però, dovranno ugualmente confrontarsi giorno dopo giorno, dato che vivere in un altro Paese è anche questo.

COME DIVENTARE INSEGNANTI DI ITALIANO IN INGHILTERRA

insegnare italiano in inghilterra

COME DIVENTARE INSEGNANTI DI ITALIANO IN INGHILTERRA

Quando ci si trasferisce all’estero e, magari, si ha la laurea in lingue, uno dei sogni maggiori è quello di andare a insegnare italiano. Cosa bisogna fare, quindi, se si decide di voler insegnare italiano all’estero e, in particolare, in Inghilterra?

Le opportunità sono tante e siamo qui per darvi le dritte giuste per realizzare il vostro sogno. Iniziamo con l’indicare cosa bisogna fare per diventare lettore di lingua italiana presso una delle tante università inglesi. Si lavora circa 36 ore alla settimana e si accede a questa carica mediante concorso. Per saperne di più consigliamo di consultare il sito del Ministero degli Affari Esteri e quello degli Istituti di Cultura italiana presenti in Inghilterra.

{loadposition quadrato}

Ma l’università non è il solo luogo che ha bisogno di docenti madrelingua italiani. Sia le scuole private che quelle statali sono sempre alla ricerca di docenti di italiano, poiché la nostra lingua è molto apprezzata e studiata in Inghilterra (quasi quanto noi studiamo l’inglese). Se si tratta di una scuola privata, si deve inviare il curriculum vitae, naturalmente in lingua inglese, e si devono elencare tutte le esperienze pregresse. Per le scuole statali, invece, occorre abilitarsi all’insegnamento. Prima di qualsiasi altro consiglio, vi suggeriamo di informarvi in merito presso l’Istituto Italiano di Cultura, con sede a Londra. Si badi bene: in UK gli insegnanti non sono assunti dal Ministero, ma dalle regioni e il numero di posti disponibili cambia da regione a regione in base alle esigenze. Si devono, in ogni caso, seguire dei corsi di abilitazione che sono necessari per poter accedere alle scuole inglesi.

Insegnare italiano è l’ambizione di molti ed è per questo che questi consigli possono essere molto utili per chi desidera farlo. L’Inghilterra, del resto, è una delle mete preferite dagli italiani che vogliono cambiare vita, facendo un notevole salto di qualità.

QUALI SONO LE LINGUE PIÙ PARLATE AL MONDO?

lingue straniere

QUALI SONO LE LINGUE PIÙ PARLATE AL MONDO?

Sappiamo bene che imparare le lingue straniere è un passpartout importante per chi vuole viaggiare o trasferirsi all’estero per lavoro. Tuttavia, è sempre meglio non imparare una lingua qualsiasi, ma qualcosa che possa effettivamente essere utile al fine di un eventuale trasferimento. Vogliamo, quindi, darvi qualche dritta, facendovi una top ten delle lingue più parlate al mondo, in modo che possiate prendere spunto.

Al 10° posto ci sono Hindi e Hurdu che, però, pur essendo parlate da circa 200 milioni di persone, non hanno alcuna valenza fuori dal continente indiano, tanto che anche nei Paesi in cui si parlano queste due lingue, l’inglese rimane comunque la seconda lingua ufficiale.

Al 9° posto nella classifica delle lingue più parlate al mondo si trova il Giapponese. Questa lingua, inoltre, sta acquistando molta importanza a livello internazionale perché economia e tecnologia attualmente parlano giapponese. Attenzione, però, che è una lingua tutt’altro che semplice.

Arriva, poi, il Tedesco, lingua di per sé già molto studiata in Italia, anche a scuola.

Segue a ruota il Portoghese che è la lingua che più si parla nell’emisfero meridionale. Il Portoghese è parlato in tutti i continenti ed è per questo che vi consigliamo di impararlo.

Anche il Russo è molto parlato, molto capito e molto usato ed è anche questa una lingua molto influente e da imparare.

{loadposition quadrato}

Il 5° posto, invece, lo occupa il Cinese (Mandarino) che è una delle lingue più influenti al  mondo al momento, dato che è parlato da oltre 1 miliardo di persone ed è molto usato a livello economico. Del resto l’economia del futuro, lo sappiamo, parla cinese.

Immediatamente dopo si trovano Arabo, Spagnolo e Francese. Ovviamente, va da sé che la lingua più parlata al mondo è l’Inglese. Consigliamo a chiunque di conoscere l’inglese, poiché questa è la vera lingua che unisce il mondo.

EMIGRARE CON TUTTA LA FAMIGLIA O DA SOLI?

emigrare con figli e famiglia

EMIGRARE CON TUTTA LA FAMIGLIA O DA SOLI?

Quando si deve decidere se emigrare o meno, la decisione non è mai semplice, perché talvolta si possono incontrare delle difficoltà. Una delle decisioni più difficili da prendere è quella del se partire o meno con tutta la famiglia. Spesso ci si trova a dover decidere non solo per sé ma anche per la propria famiglia. Partendo dal concetto che abbandonare il proprio Paese natale è sempre difficile, quando ci sono di mezzo anche figli e famiglia la situazione si complica ulteriormente. Perché? Perché i figli sicuramente hanno iniziato a vivere la loro vita nel luogo dove sono nati. Cambiare abitudini, scuola e amicizie, per dei bambini non troppo grandi potrebbe essere un trauma difficile da superare.

{loadposition quadrato}

Allora, cosa fare se si hanno dei bambini non troppo grandi e ci si vuole trasferire all’estero? Naturalmente, si dovrebbe analizzare caso per caso, perché ci sono diverse situazioni e nessuna è uguale all’altra. Tuttavia, consigliamo a chi ha famiglia e figli e vuole abbandonare l’Italia di cercare prima tutte le sicurezze possibili prima di costringere tutti a lasciare una realtà per calarsi in un’altra vita del tutto sconosciuta. Se il lavoro è certo e c’è già una soluzione abitativa fissa, si deve considerare se la prospettiva è a lungo termine o meno e valutare se far trasferire immediatamente tutta la famiglia. In questo caso, se c’è la sicurezza che il trasferimento in un altro Paese è irrevocabile, meglio cercare di far abituare i figli il più presto possibile, perché in questo modo potranno anche integrarsi al meglio in una nuova società. Se, al contrario, c’è instabilità e incertezza, il nostro consiglio è quello di andare in avanscoperta e di cercare di trovare la soluzione più stabile possibile. Solo dopo, è consigliabile fare arrivare in loco anche i figli. Anche in questo caso, i piccoli dovranno adattarsi e confrontarsi con una nuova realtà, ma se ci sono basi solide va tutto meglio.

Register to read more...

UNIVERSITÀ ALL’ESTERO: TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE

università estero

UNIVERSITÀ ALL’ESTERO: TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE

Quando si decide di non voler più studiare in Italia ma si preferisce andare a farlo all’estero, il primo passo, che è anche il più importante, è quello di armarsi di pazienza e di cercare tutto quello che interessa e che può essere utile. Stiamo, quindi, consigliando a chiunque decide di abbandonare il nostro Paese per andare a studiare all’estero di informarsi il più possibile, onde evitare di trovare delle brutte sorprese. Studiare in una università non italiana può dare dei vantaggi e questo è indubbio, ma si deve sempre capire se le aspettative non verranno ad essere deluse. Scegliere l’università che fa al caso proprio è importantissimo, perché tutto ciò comporta delle spese non indifferenti. Iscriversi a un’università all’estero non è difficile se si ha cognizione di quello che si sta per fare e, soprattutto, può portare delle soddisfazioni che, magari, nelle università italiane (che non si distinguono tutte per il loro livello) non si possono avere. Ci sono delle università europee e americane che sono il top ed è una giusta ambizione quella di volerle frequentare se se ne ha la possibilità, non solo economica. Ma qual è l’iter burocratico per entrare in queste tanto famigerate università? Vediamolo caso per caso.

Se si desidera iscriversi alla Sorbona o in un’altra università francese l’iter da seguire è il seguente: come detto inizialmente, ci si informa in merito e si chiede a chi di competenza di elencare quelli che saranno i documenti necessari per l’iscrizione. Tuttavia, non finisce qui, perché chi si vuole iscrivere a una università francese deve prima sostenere un test di lingua e deve essere in grado di superare un concorso abbastanza impegnativo. In primis, però, per iscriversi è necessario presentare presso le sedi del Centre Culturel Français un documento che attesti l’avvenuta preiscrizione. Tutto questo accade, solitamente, alla fine di gennaio. Ovviamente, ogni università ha la sua burocrazia e ci si deve informare caso per caso.

E chi si vuole iscrivere in una università spagnola, che deve fare? Si deve contattare l’università e darne comunicazione e, poi, si deve superare un esame di cultura generale. Verranno valutati anche i titoli presi in Italia. La Spagna, inoltre, offre delle belle borse di studio agli studenti fuori sede che vogliono trasferirsi e tutto questo per incentivare il trasferimento. Gli studenti stranieri, del resto, sono sempre un motivo di vanto.

{loadposition quadrato}

 

Vediamo, quindi, cosa si deve fare per andare a studiare in Gran Bretagna, dove ci sono le università più ambite d’Europa. Qui tutti i corsi sono a numero chiuso e, quindi, si deve riuscire a entrarvi. Si deve sostenere, in ogni caso, un test per dimostrare di conoscere la lingua inglese e si devono esibire i titoli di studio ottenuti nel nostro Paese che dovranno essere valutati.

E in Germania? Anche qui si deve comprovare la conoscenza della lingua tedesca. C’è anche da notare che i corsi a numero chiuso non ammettono più di un tot di stranieri e, dunque, c’è maggiore selettività. Per informazioni è consigliato rivolgersi ai Goethe Institut che si trovano in molte città italiane.

Vediamo, infine, come si accede alle università Statunitensi. Molte aziende italiane apprezzano non poco il fatto che qualcuno si laurei o si specializzi nelle più famose università del mondo. Per accedere alle università americane è necessario non solo fare un test di conoscenza della lingua inglese, ma è anche necessario un visto speciale che va preventivamente chiesto presso le ambasciate americane nel nostro Paese. Si tratta di un iter decisamente più complesso rispetto a quello che si fa in Europa, ma anche il prestigio è proporzionale. Studiare all’estero, in ogni caso, è un valore aggiunto che dà esperienza e competenze.

Register to read more...

I MOTIVI PER STUDIARE IL TEDESCO (2)

bleib-ruhig-und-sprich-deutsch

I MOTIVI PER STUDIARE IL TEDESCO

Studiare il tedesco è un investimento per il proprio futuro lavorativo, soprattutto in un momento di alta disoccupazione. La Germania, che è il primo partner commerciale dell'Italia, ha affrontato con successo la crisi e ha oggi bisogno di personale qualificato proveniente dall’estero (circa 800.000 posti di lavoro entro il 2025).

Inoltre, nonostante l'inglese sia importante nel commercio internazionale, il tedesco è la seconda lingua più richiesta dai datori di lavoro.

Ecco i motivi per cui è fondamentale studiare il tedesco:

        • Dopo l'inglese il tedesco è la lingua più parlata in Europa.
        • Dopo l'inglese il tedesco è la lingua più usata nel web.
        • Un terzo degli europei conosce il tedesco.
        • La Germania è il primo partner commerciale dell'Italia (30% del commercio estero italiano).
        • Il 20% delle aziende italiane richiede la conoscenza del tedesco e offrono interessanti opportunità di lavoro a chi parla questa lingua.
        • Il 55% dei turisti che vengono in Italia parlano tedesco. Studiare il tedesco, dunque, offre maggiori possibilità di trovare un'occupazione interessante anche all'interno di questo settore.
        • Numerose opportunità di studio, stage e tirocini universitari, promosse dall'Unione Europea nei paesi di lingua tedesca, soprattutto in ambito scientifico e tecnologico.
        • Circa il 30% di tutti i libri stampati nel mondo sono scritti in tedesco.
        • Il tedesco è la lingua principale della filosofia, della musica, della scienza e dei saperi umanistici. Citiamo figure come Beethoven, Mozart, Goethe, Nietsche, Hegel e Freud. Ancora oggi i paesi di lingua tedesca sono parte essenziale della cultura europea e mondiale.

La tecnologia oggi ci facilita il processo di apprendimento delle lingue e grazie ad essa possiamo essere in continuo miglioramento personale.

Tornando in treno dal lavoro o in videoconferenza con un professore madrelingua, ogni momento è buono per studiare una lingua straniera. Con il vostro smartphone, e le diverse applicazioni che si possono installare, potete studiare quando volete e soprattutto dove volete.

Vi consigliamo di dare un occhiata anche a questo sito che offre qualche corso di tedesco online.

{loadposition quadrato

Register to read more...

I MOTIVI PER STUDIARE IL TEDESCO

bleib-ruhig-und-sprich-deutsch

I MOTIVI PER STUDIARE IL TEDESCO

Studiare il tedesco è un investimento per il proprio futuro lavorativo, soprattutto in un momento di alta disoccupazione. La Germania, che è il primo partner commerciale dell'Italia, ha affrontato con successo la crisi e ha oggi bisogno di personale qualificato proveniente dall’estero (circa 800.000 posti di lavoro entro il 2025).

Inoltre, nonostante l'inglese sia importante nel commercio internazionale, il tedesco è la seconda lingua più richiesta dai datori di lavoro.

Ecco i motivi per cui è fondamentale studiare il tedesco:

        • Dopo l'inglese il tedesco è la lingua più parlata in Europa.
        • Dopo l'inglese il tedesco è la lingua più usata nel web.
        • Un terzo degli europei conosce il tedesco.
        • La Germania è il primo partner commerciale dell'Italia (30% del commercio estero italiano).
        • Il 20% delle aziende italiane richiede la conoscenza del tedesco e offrono interessanti opportunità di lavoro a chi parla questa lingua.
        • Il 55% dei turisti che vengono in Italia parlano tedesco. Studiare il tedesco, dunque, offre maggiori possibilità di trovare un'occupazione interessante anche all'interno di questo settore.
        • Numerose opportunità di studio, stage e tirocini universitari, promosse dall'Unione Europea nei paesi di lingua tedesca, soprattutto in ambito scientifico e tecnologico.
        • Circa il 30% di tutti i libri stampati nel mondo sono scritti in tedesco.
        • Il tedesco è la lingua principale della filosofia, della musica, della scienza e dei saperi umanistici. Citiamo figure come Beethoven, Mozart, Goethe, Nietsche, Hegel e Freud. Ancora oggi i paesi di lingua tedesca sono parte essenziale della cultura europea e mondiale.

La tecnologia oggi ci facilita il processo di apprendimento delle lingue e grazie ad essa possiamo essere in continuo miglioramento personale.

Tornando in treno dal lavoro o in videoconferenza con un professore madrelingua, ogni momento è buono per studiare una lingua straniera. Con il vostro smartphone, e le diverse applicazioni che si possono installare, potete studiare quando volete e soprattutto dove volete.

Vi consigliamo di dare un occhiata anche a questo sito che offre qualche corso di tedesco online.

{loadposition quadrato

Register to read more...

PERCHÉ STUDIARE A LONDRA?

soggiorni linguistici londra

Perché studiare a Londra?

 

Londra: si tratta di una delle città più celebri, più visitate e più influenti al mondo e da decenni è la destinazione favorita dagli studenti internazionali.

Che voi siate studenti alla scuole superiori o all’università, o lavoratori col desiderio di apprendere l’inglese professionale, ecco alcuni motivi che fanno di Londra la destinazione ideale per voi.

Imparare l’inglese dagli inglesi.

L’Inghilterra è la madrepatria della lingua inglese. Cosa c’è di meglio di Londra, la sua capitale, per migliorare le vostre conoscenze della lingua più parlata al mondo?

In passato in Gran Bretagna si parlavano molteplici dialetti e solamente nel XVI secolo ai è cominciato a unificare in una lingua comune chiamata “l’inglese della Regina”. Questo inglese, come definito dal prestigioso dizionario Oxford, è considerato sotto la tutela della regina d’Inghilterra, ed è corretto sia nello scritto che nell’orale. Questo è l’inglese che si va ad imparare a Londra.

Inoltre, studiando a Londra, non solamente imparerete l’inglese ma farete un’immersione in una delle culture più eccitanti e importanti nella storia dell’umanità.

Un insegnamento di fama internazionale.

Il sistema educativo britannico è molto apprezzato e rispettato nel mondo. I diplomi di lingua, come l’IELTS o il TOEIC ottenuti presso un istituto inglese, sono considerati come un valore aggiunto nel mondo del lavoro.

Londra, la capitale del Regno Unito offre molte risorse per sostenervi durante il vostro periodo di studio della lingua inglese.

Una città al centro del mondo.

Londra è senza dubbio la città più multiculturale del mondo: nell’ultimo censimento del 2011, tra gli 8 milioni di abitanti c’erano persone da tutte le 193 nazioni esistenti. L’anno scorso, Londra accoglieva 102mila studenti stranieri, più di ogni altra nazione al mondo.

Fare un soggiorno linguistico in questa metropoli cosmopolita vi permetterà di farvi un portafoglio di indirizzi ed una rete sociale internazionale (interessante ai fini personali e utile ai fini professionali).

Una cultura ed una società dinamica.

Un’esperienza di studio all’estero non deve essere composta di lettura di libri e di compiti obbligatori. È necessario scoprire delle cose nuove in una città nuova. Che voi preferiate i musei, i teatri o i concerti, Londra ha i mezzi per soddisfare le vostre passioni. Ci sono 200 musei ( il doppio dei musei di Parigi o New York) e molti di loro sono gratuiti. Ci sono 120 edifici storici,150 teatri,8000 ettari di parchi e spazi verdi, 33 siti scientifici e molti monumenti considerati patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Inoltre durante tutto l’anno ci sono dei carnevali e delle festività famose a Londra, come il carnevale di Notting Hill che si tiene ad agosto. Come studenti vi invitiamo ad approfittare di tutto quello che questa magnifica capitale ha da offrirvi. Sappiate che con una carta studenti potrete avere numerose riduzioni, nei cinema, nei teatri nei ristoranti e nei trasporti pubblici. Divertitevi migliorando il vostro inglese.

Il binomio esperienza professionale ed esperienza di studio.

Malgrado la crisi finanziaria, Londra resta il centro della finanza mondiale. Gli investimenti esteri continuano ad affluire nella City. Studi recenti hanno riscontrato che Londra, più  di New York, è il centro mondiale del flusso di capitali. La posizione centrale di Londra nel fuso orario permette di comunicare e fare affari col mondo intero durante la giornata: con l’Asia il mattino e con l’America il pomeriggio. Nessun’altra piazza finanziaria gode di questo privilegio.

La forte posizione economica di Londra si traduce in numerose offerte di stage ( chiamati internship) e di lavoro anche part-time per gli studenti. Un’esperienza professionale all’estero vi permette non solamente di mettere in pratica le conoscenze acquisite durante i vostri corsi di inglese ma anche di farsi delle conoscenze professionali e arricchire il vostro curriculum.

Una volta tornati in Italia, o se decidete di partire per un’altra nazione, queste esperienze vi daranno un vero vantaggio competitivo sul mercato del lavoro.

Spostarsi a Londra è facile.

Londra possiede il sistema di trasporti pubblici più sviluppato al mondo, costituito da numerose lignee della metropolitana (Underground o Tube), di treni e di autobus senza contare i famosi Black Cap (i taxi neri di Londra). A qualsiasi ora del giorno e della notte troverete un mezzo di trasporto che vi permette di spostarsi secondo i vostri bisogni ed il vostro budget. Anche le bici sono sempre più popolari, e dal 2010 esiste un servizio urbano di locazione automatica di biciclette.

Non avrete che l’imbarazzo della scelta per i vostri spostamenti londinesi. Con i voli quotidiani diretti verso tutte le nazioni del mondo ed i suoi cinque aeroporti Londra è vicina a tutte le nazioni. In aggiunta con l’Eurostar che collega Londra con la Francia, Londra è una  delle mete con più connessioni di trasporto al mondo.

Londra, una destinazione imperdibile.

Centro finanziario, capitale culturale e città multietnica, Londra è una metropoli facile a vivere, dinamica e sempre in movimento.

Studiare a Londra è un’esperienza importante per la vostra crescita professionale, e per aprire la propria mente a differenti culture.

Register to read more...

I 10 MOTIVI PER IMPARARE L’INGLESE

keep calm and speak english

I 10 MOTIVI PER IMPARARE L’INGLESE

Quanti motivi spingono le persone ad imparare l’inglese?

Volete studiare in Inghilterra? Volete andare in Australia? Volete un trampolino di lancio per la vostra carriera? Amate semplicemente viaggiare in giro per il mondo? Volete capire i brani delle canzoni in inglese? Volete trovare lavoro a Londra?

La chiave del successo per espatriare e fare carriera all’estero o nel proprio Paese è imparare l’inglese.

L’abbiamo detto e ridetto molte volte ma se ci sono ancora dubbi vi facciamo un elenco dei motivi per imparare l’inglese.

  1. L’inglese è parlato da circa 2 miliardi di persone.
  2. L’inglese è parlato nelle nazioni più ricche del mondo e dove la qualità della vita è invidiabile. Tra le nazioni che parlano inglese ci sono: Regno Unito, Irlanda, Australia, Nuova Zelanda, Canada, USA.
  3. Paesi come Svezia, Norvegia, Finlandia, Danimarca sono bilingui e parlano inglese.
  4. L’inglese è parlato da tutte le più importanti associazioni governative e non governative.
  5. L’inglese è la lingua del commercio internazionale.
  6. L’inglese è la lingua per fare carriera a livello internazionale.
  7. L’inglese permette l’accesso alle migliori università del mondo.
  8. L‘inglese permette di leggere libri, siti internet e riviste scientifiche che al 95% pubblicano solo in lingua inglese.
  9. L’inglese è la lingua dei computer e dell’alta tecnologia, nonché delle materie scientifiche e della medicina.
  10. Qualsiasi lavoro oggi chiede la conoscenza della lingua inglese con livelli più o meno alti a seconda della mansione.

{loadposition quadrato}

Passiamo ora alle diverse tipologie di apprendimento della lingua inglese.

Il sistema più economico per studiare la lingua di Shakespeare è senza dubbio l’acquisto di cofanetti CD e DVD. Questo è un metodo vincente ma purtroppo bisogna avere già una conoscenza minima dell’inglese per poter seguire i corsi in quanto non ci sono insegnanti per aiutare nella fase di apprendimento.

Se invece si desidera avere un tutor, che vi segua mentre imparate la lingua inglese comodamente da casa e negli orari che preferite, ci sono i corsi con docente on-line. Questo vi permetterà di interagire come se foste in aula, però il costo è ovviamente superiore a quello dei corsi in CD e DVD.

Il sistema invece più costoso ma anche il più efficace è quello dei corsi in aula dove potete interagire realmente con il docente o con i compagni di corso. In molti casi gli insegnanti sono madrelingua inglese e questo può essere un vantaggio per migliorare la pronuncia.

Per aiutarvi ad avere successo nello studio della lingua inglese, qualunque sia la vostra motivazione vi consigliamo questi corsi di inglese.

ARTICOLI SIMILI

Written on 29/06/2014, 13:49 by mome85
VADO A VIVERE ALLE BALEARI Trasferirsi a vivere in un altro paese non è cosa semplice e, specialmente nei primi tempi, non è facile reperire tutte le...
Written on 27/06/2014, 18:15 by mome85
ANDARE A VIVERE LA PENSIONE IN MESSICO Andare a vivere la pensione in Messico? Perché no? A favore di questa nazione c’è il bel tempo e il sole,...
Written on 30/04/2014, 12:27 by mome85
I MOTIVI PER STUDIARE IL TEDESCO Studiare il tedesco è un investimento per il proprio futuro lavorativo, soprattutto in un momento di alta...
Written on 10/04/2014, 22:56 by mome85
I MOTIVI PER STUDIARE IL TEDESCO Studiare il tedesco è un investimento per il proprio futuro lavorativo, soprattutto in un momento di alta...
Written on 07/03/2014, 17:01 by mome85
Perché studiare a Londra?   Londra: si tratta di una delle città più celebri, più visitate e più influenti al mondo e da decenni è la...

GOOLGE+

Friday the 15th. © Copyright 2012-2017 Espatriati per caso - Tutti i diritti riservati -