espatriati per caso

DAVID CAMERON: NIENTE PIÙ SUSSIDI AI DISOCCUPATI IMMIGRATI DALL’UE - Espatriati per caso

PRONTO A PARTIRE?

PRENOTA IL TUO HOTEL CON ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

Written on 30/01/2014, 19:16 by mome85
in-gran-bretagna-la-disoccupazione-è-in-calo
Written on 12/05/2013, 16:51 by mome85
ecco-le-mappe-dei-trasporti-pubblici-a-londra
106780
Written on 11/05/2013, 15:55 by mome85
trasporti-a-londra-oyster-card-e-travel-card
155690

HAI DOMANDE O CERCHI DELLE INFORMAZIONI?

PARTECIPA AL FORUM DI ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

DAVID CAMERON: NIENTE PIÙ SUSSIDI AI DISOCCUPATI IMMIGRATI DALL’UE

Creato Lunedì, 03 Febbraio 2014
AddThis Social Bookmark Button

regno unito unione europea

DAVID CAMERON: NIENTE PIÙ SUSSIDI AI DISOCCUPATI IMMIGRATI DALL’UE

Sicuramente quando si cerca una meta ideale per emigrare una delle prime che vengono in mente è la Gran Bretagna. Tuttavia, probabilmente non tutti sanno che, a partire dal 1 gennaio 2014, David Cameron ha deciso di revocare tutti i sussidi ai disoccupati per gli immigrati dall’Unione Europea. In poche parole, chi è arrivato in Gran Bretagna per cercare lavoro dall’Unione Europea e risulta essere disoccupato non avrà più diritto ad alcun sussidio. Si dovranno aspettare tre mesi per poter inoltrare una domanda per chiedere assistenza che, sino a questo momento, era garantita. Cameron ha dichiarato che non ha preso questa decisione per andare contro l’Unione Europea o per cercare di sfavorire chi arriva in Gran Bretagna anche perché, la maggior parte di suddette persone paga le tasse nel Regno Unito e lavora onestamente arricchendo la nazione. Quello che si cerca di fare è inasprire le regole per chi arriva senza voglia di fare nulla, senza avere un posto di lavoro, perché consapevole del fatto che si possono ricevere dei sussidi.

Ma perché proprio la data del 1 gennaio 2014? Perché cadono quelle barriere temporanee che il governo di Londra aveva chiesto per cercare di tenere fuori dal mercato del lavoro rumeni, bulgari e cittadini dei Paesi diventati membri dell’Ue da poco. Naturalmente, la politica di Cameron in materia è stata spinta soprattutto dall’ala conservatrice del suo partito, preoccupata per una possibile invasione di cittadini dell’Est Europa che avrebbero potuto prendere d’assalto la capitale e le altre grandi città britanniche. Si tratta, insomma, di una misura preventiva, finalizzata a evitare suddetta invasione e non a scoraggiare i cittadini dell’Unione che arrivano con la voglia di lavorare e produrre. La manovra poteva essere bloccata per via delle scorse festività, ma il governo Cameron ha fatto di tutto per approvare la legge prima di Natale.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

ARTICOLI SIMILI

Written on 17/07/2014, 16:02 by mome85
LAVORO ALL’ESTERO: COME GESTIRE LA PRIMA ESPERIENZA Quando si trova per la prima volta lavoro all’estero, si cercano dei consigli su come vivere al...
Written on 09/07/2014, 12:56 by awatif
   OPPORTUNITÀ LAVORATIVE A LONDRA‏ Quando si è deciso di andare a cercare lavoro all’estero, uno dei primi Paesi a cui si pensa,...
Written on 26/10/2013, 16:46 by mome85
L’ESPERIENZA DI UNA BIOLOGA ITALIANA A BERLINO Raccontaci chi sei e che cosa facevi in Italia prima di partire.  Sono Ruth Stirati, venuta a...
132910
Written on 02/10/2013, 21:39 by mome85
  ALLA RICERCA DELLA MERITOCRAZIA: UNA COPPIA  DI ITALIANI A LONDRA   Raccontaci chi siete e che cosa facevi in Italia prima di...
Written on 12/05/2013, 16:51 by mome85
ECCO LE MAPPE DEI TRASPORTI PUBBLICI A LONDRA Una vacanza a Londra?  Volete andare a cercare lavoro a Londra?  Vi trasferite a vivere a...
106780

GOOLGE+

Sunday the 23rd. © Copyright 2012-2017 Espatriati per caso - Tutti i diritti riservati -