espatriati per caso

Lavorare all'estero - Espatriati per caso

PRONTO A PARTIRE?

PRENOTA IL TUO HOTEL CON ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

Written on 30/01/2014, 19:16 by mome85
in-gran-bretagna-la-disoccupazione-è-in-calo
Written on 12/05/2013, 16:51 by mome85
ecco-le-mappe-dei-trasporti-pubblici-a-londra
112240
Written on 11/05/2013, 15:55 by mome85
trasporti-a-londra-oyster-card-e-travel-card
165130

HAI DOMANDE O CERCHI DELLE INFORMAZIONI?

PARTECIPA AL FORUM DI ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

L’UNIONE EUROPEA POTENZIA LA RETE PER CHI CERCA LAVORO

eures

L’UNIONE EUROPEA POTENZIA LA RETE PER CHI CERCA LAVORO

Con i tassi di disoccupazione che si registrano in questi ultimi mesi, l’Unione Europea e le sue istituzioni hanno capito che si deve agire, in modo da cercare di rimarginare questa dolente piaga. È per questo che pochi giorni fa, su Eures sono apparsi tantissimi nuovi annunci. Per la precisione, attualmente se ne contano quasi 2 milioni: se venissero occupati tutti, si potrebbe ridurre in maniera sostanziale il livello del tasso di disoccupazione.

Per chi non lo sapesse, Eures è il portale europeo della mobilità professionale: si intuisce immediatamente che, per chi è alla ricerca di un lavoro, il suddetto sito è una preziosa fonte di annunci e possibilità. Ma c’è di più, perché la Commissione Europea, che è impegnata nella risoluzione di questo annoso problema, sta cercando in tutti i modi di aumentare la potenza di questo strumento, andando a renderlo sempre più utile per chi vuole trovare un impiego. Vediamo come.

{loadposition quadrato}

 

Gli obiettivi principali enunciati dalla Commissione sono ben 5: in primo luogo si vuole arrivare a postare su Eures un numero cospicuo di domande e offerte di lavoro. In questo modo, chi è alla ricerca di lavoro ha un quadro quanto più completo possibile di quelle che sono le offerte, anche da parte di privati, all’interno dell’Ue. Inoltre, si vuole tentare di mettere in contatto quanto più possibile chi chiede e chi offre lavoro, attraverso i curricula vitae e la posta automatizzata. Si vogliono, inoltre, fornire le informazioni di base sulla situazione del mondo del lavoro all’interno della comunità e si vuole migliorare lo scambio di informazioni tra Stati. Infine, attraverso Eures si desidera offrire ai lavoratori e ai datori le migliori condizioni possibili. Per realizzare tutto questo, tuttavia, è necessario non solo migliorare le politiche per l’occupazione, ma anche riuscire a porre le basi per la mobilità tra i vari Paesi.

Per vedere le offerte di lavoro in tutta Europa ecco il link Eures.

Register to read more...

I PAESI DA EVITARE SE SI È IN CERCA D LAVORO

mappa mondo 2014

I PAESI DA EVITARE SE SI È IN CERCA D LAVORO

Abbiamo sempre detto che, se un italiano decide di emigrare all’estero, lo fa soprattutto perché vuole cercare lavoro, dato che qui il tasso di disoccupazione cresce sempre più.

Ecco, quindi, che è utile conoscere quali sono i Paesi dell’Unione Europea che versano nelle nostre stesse condizioni. Facciamo subito presente che circa 6 milioni di giovani, nell’area UE, risultano essere senza lavoro. Ci sono pochi spiragli, dunque, per chi è alla ricerca di un nuovo posto di lavoro. Inoltre, cresce sempre di più il divario tra i Paesi che hanno un basso tasso di disoccupazione, in particolar modo giovanile, e quelli che, invece, sono attanagliati dalla morsa della disoccupazione.

I Paesi che stanno messi peggio, oltre all’Italia, ovviamente sono Grecia, Spagna, Croazia, Cipro. Il Portogallo, invece, pur avendo una percentuale abbastanza alta di disoccupazione giovanile (36,9%) si difende meglio dell’Italia, dove la percentuale, nel Luglio 2013, è arrivata a sfiorare il 41%. Ovviamente, va da sé che, per chi è giovane e cerca lavoro all’estero, per avere nuove prospettive di vita o per trovare l’occupazione dei propri sogni, sconsigliamo vivamente questi Paesi, poiché la situazione non è così differente dalla nostra e, in alcuni casi, è anche ben peggiore.

{loadposition quadrato}

L’Europa si sta muovendo in tal senso, cercando di mettere a punto delle iniziative per garantire agli under 25 un’offerta di lavoro valida e di qualità entro breve tempo, ma la situazione è, come ben sappiamo, molto difficile da risolvere, dato che la crisi economica che ormai da anni ci tartassa continua a esserci e non ci lascia.

I giovani, del resto, sono il futuro di una nazione ed è su di loro che si devono puntare risorse ed energie. In molti Paesi lo si sta facendo, e sono proprio quelle le mete che si dovrebbero prediligere qualora si decida di partire alla ricerca della fortuna.

Consigliamo di allungare lo sguardo e gli orizzonti, puntando su Paesi extra europei che promettono migliori prospettive di vita.

Per finire vi consigliamo di guardare le nostre offerte di lavoro che si aggiornano ogni giorno.

QUALI SONO I PAESI CON UN TASSO DI DISOCCUPAZIONE BASSO?

tasso disoccupazione Europa 2013

QUALI SONO I PAESI CON UN TASSO DI DISOCCUPAZIONE BASSO?

Sempre più italiani decidono di lasciare il nostro Paese per andare alla ricerca della fortuna e della felicità all’estero. Tuttavia, prima di compiere un passo così importante e avventato, è meglio prendere qualche informazione sul Paese in cui ci si vuole trasferire, anche alla luce del fatto che, altrimenti, ci si potrebbe pentire. Proprio per questo motivo, consigliandovi di fare le opportune ricerche in merito, vogliamo venirvi incontro, svelandovi quelli che sono i Paesi che hanno fatto registrare, nell’ultimo periodo, un tasso di disoccupazione minore rispetto agli altri. Se in Italia la disoccupazione arriva ai massimi storici e non accenna a diminuire, dato che la crisi economica non sembra intenzionata a lasciarci, almeno per il momento, ci sono comunque dei Paesi in cui il tasso è basso: l’importante è scoprire quali.

{loadposition quadrato}

I Paesi europei che hanno fatto registrare un basso tasso di disoccupazione sono l’Austria (4,9%), la Germania (5,2%) e il Lussemburgo (5,8%). Come si vede, le percentuali di questi Paesi fanno capire che la crisi, nonostante ci sia, non ha fatto molti danni. Pertanto, se si pensa a emigrare è meglio prendere in considerazione questi Paesi che, a differenza dell’Italia e di altri Stati europei (Spagna, Grecia, per esempio), riescono a contenere l’effetto della crisi, garantendo il mantenimento dei posti di lavoro. Tuttavia, ci sono anche alcuni Stati che, nonostante le forti difficoltà legate alla crisi, sono riusciti a creare nuovi posti di lavoro: stiamo parlando di Lettonia ed Estonia. La notizia di certo potrebbe sembrare non vera, perché quando si pensa a un Paese in cui emigrare non si pensa certo a quei Paesi che, però, ci fanno una grande sorpresa, sorpassando molti Stati che da sempre sono considerate mete ideali.

Come trovare lavoro nelle nazioni a basso tasso di disoccupazione? Innanzitutto, fare un giro sul web e sui siti specializzati per capire quali sono le figure lavorative ricercate è molto utile e poi serve tantissima perseveranza.

Visitate le nostre offerte di lavoro qui.

Register to read more...

DOVE CERCARE LAVORO ALL’ESTERO PER L’ESTATE 2014

2014

DOVE CERCARE LAVORO ALL’ESTERO PER L’ESTATE 2014

Siete alla ricerca di una opportunità di lavoro all’estero per l’estate 2014? Sappiate che sarebbe meglio iniziare a cercarlo da ora.

Sono, infatti, iniziate già le selezioni per la prossima estate, proprio perché, di solito, ci si deve organizzare per bene.

Ma quali sono i settori che andranno per la maggiore? Come ogni estate, ovviamente, i settori più proficui in cui cercare lavoro, soprattutto all’estero, sono quelli che orbitano attorno al turismo. Questo perché l’estate è per antonomasia la stagione in cui tutti, o quasi, vanno in vacanza. Questo significa che i lavori che andranno per la maggiore saranno quelli legati al turismo e all’accoglienza degli italiani all’estero.

{loadposition quadrato}

Entriamo nel dettaglio, con qualche utile dritta per chi è alla ricerca e non sa cosa e come cercare. Di sicuro, la figura dell’animatore turistico è molto ma molto ricercata, perché nei villaggi turistici, nelle spiagge attrezzate, nei parchi divertimento, in quelli acquatici, vanno per la maggiore, in quanto si richiede che i turisti vengano intrattenuti. Di solito, agli animatori turistici viene offerto, oltre allo stipendio mensile che varia da posto a posto, anche vitto e alloggio: in poche parole si tratta di uno di quei lavori in cui si rischia anche di divertirsi.

Ma non finisce qui, perché ci sono anche delle altre figure lavorative molto ricercate. Quali? Di sicuro istruttori di tennis, vela, windsurf, zumba e altre attività aerobiche. Da sempre in spiaggia, come nei villaggi, ci si diverte cercando di rimanere in forma e facendo degli sport e, quindi, si cercano delle figure professionali da inserire nello staff. Va da sé che si ricercano anche chef, aiuti cuochi, camerieri, pizzaioli: tutte figure che l’estate vanno per la maggiore.

Per cercare degli annunci affidatevi ai vari siti e selezionate quelli più adatti a voi.

Per vedere le offerte disponibili adesso guardate qui.

Register to read more...

ALLA RICERCA DEL LAVORO: I SETTORI GREEN ECONOMY E WELLNESS I PIÙ PROFICUI DEL MOMENTO

green energy

ALLA RICERCA DEL LAVORO: I SETTORI GREEN ECONOMY E WELLNESS I PIÙ PROFICUI DEL MOMENTO

La ricerca del lavoro in Italia si sta facendo sempre più difficile e, sebbene ci continuino a dire che la crisi sta per terminare e che stiamo provando in tutti i modi a uscirne, non si vedono margini di miglioramento, almeno per il momento. Del resto non si tratta di una situazione semplice, soprattutto se si pensa anche al momento politico che il nostro Paese sta attraversando.

Tempi duri per tutti, quindi e in particolare per coloro che cercano lavoro per la prima volta o per coloro che se ne devono trovare uno nuovo dopo aver perso il precedente.

I disoccupati aumentano, invece di diminuire mentre a diminuire sono solo i posti di lavoro: cosa fare? Nonostante le promesse governative il triste aumento del tasso di disoccupazione non sembra rallentare. Tuttavia, c’è qualche settore che sembra rialzarsi dalla crisi: quali? Quelli che si basano sulle nuove tecnologie, quello del wellness e quello della green economy, di cui tanto si sente parlare oggi giorno. Insomma, le nuove professioni potrebbero essere la svolta per il futuro delle generazioni che si affacciano sul mondo del lavoro in questo difficilissimo momento e non solo.

{loadposition quadrato}

Anche le professioni legate ai social network sono in piena espansione, così come tutte quelle aziende che cercano di dare assistenza a chi ne ha bisogno, andandosi a sostituire al welfare statale che, come sappiamo, più di qualche volta pecca per lentezza e qualità. Cercare lavoro in questi settori potrebbe essere un inizio.

Per il momento vi consigliamo di dare un’occhiata alle offerte di lavoro per italiani all’estero.

Register to read more...

COME TROVARE LAVORO IN AUSTRIA

austria foto

COME TROVARE LAVORO IN AUSTRIA

Se si desidera emigrare dall’Italia per andare a cercare lavoro, uno dei primi Paesi che vengono presi in considerazione è l’Austria. Perché? Facile a dirsi: c’è il tasso di disoccupazione più basso d’Europa e poi, a ben pensarci, non è neppure così lontana.

L’unico limite che si può incontrare è che si deve necessariamente parlare tedesco, ma si tratta di un ostacolo superabile abbastanza facilmente.

Vediamo qualche dritta per cercare lavoro in Austria. Iniziamo con il segnalare due siti abbastanza noti e usati nel Paese: stiamo parlando di www.karriere.at e di www.monster.at. Qui potrete trovare degli annunci e, perché no, anche il lavoro dei vostri sogni.

Non dimenticate di dare un’occhiata alle nostre offerte di lavoro per italiani in Austria. I settori che vanno per la maggiore e nei quali è più facile inserirsi anche se si è stranieri sono turismo e gastronomia. Anche in questo caso ci sono siti specializzati su cui trovare offerte di lavoro nei settori sopracitati.

{loadposition quadrato}

Come detto, per lavorare e per vivere bene in Austria si deve imparare il tedesco, ma non è detto che non si ricerchi anche personale madrelingua italiano proprio per dare assistenza ai turisti. Gli annunci di lavoro di questo genere si riconoscono perché hanno sempre ben in evidenza la scritta italienisch, ossia italiani. In questo modo avrete più tempo per imparare il tedesco in loco e nel frattempo potrete anche iniziare a lavorare.

Ovviamente per i primi tempi anche l’inglese vi sarà molto utile per farvi capire e per evitare incomprensioni. Vogliamo, infine, sottolineare che in Austria si indica sempre lo stipendio lordo, anche negli annunci di lavoro. Alla somma, quindi, si dovrà togliere un tot per arrivare al netto. State sempre molto attenti quando cercate un lavoro attraverso i siti specializzati e accertatevi che non si tratti di una truffa, dato che le fregature sono sempre dietro l’angolo e, in quel caso, tutto il mondo è Paese.

Register to read more...

CERN A GINEVRA: TIROCINI PER DIPLOMATI RETRIBUITI A 2800 EURO AL MESE

cern logo

CERN A GINEVRA: TIROCINI PER DIPLOMATI RETRIBUITI A 2800 EURO AL MESE

Il laboratorio del CERN organizza tirocini retribuiti per i diplomati di istituti tecnici della durata di un anno con la possibilità di rinnovo per un secondo anno.

Come requisiti, sono richiesti un diploma di un istituto tecnico come ragioneria, perito industriale, perito elettrico o perito meccanico e una conoscenza sufficiente della lingua inglese o francese.

L’esperienza sarà nel centro internazionale del CERN di Ginevra, e prevede oltre alle attività on-the-job, anche dei corsi di inglese o francese con l’affiancamento di un tutor per il tirocinio.

Il progetto pilota prevede una retribuzione di 2800 euro al mese oltre ad alloggio ed assicurazione sanitaria.

Le candidature sono da effettuarsi entro il 13 dicembre 2013.

{loadposition quadrato}

Qui di seguito il testo ufficiale in inglese del tirocinio al CERN di Ginevra:


CERN’s Technician Training Experience, Switzerland

Have you recently graduated from a technical institute? Are you interested in working for one to two years in an international environment at the forefront of technology? Then you may be interested in CERN’s Technician Training Experience (TTE).

This is a pilot programme for technicians who are looking to get a great professional experience, either for their future career, or before their advanced studies.
CERN has recently introduced a pilot programme for technicians with the aim of making a wider public aware of the great opportunities in our Organisation for training and work experience in technical fields.
This programme welcomes applications from talented technicians who will have the opportunity to work in a diversity of fields at the cutting edge of technology: electronics, computing, vacuum, cooling and ventilation, electricity, radioprotection, survey engineering, building works are but a few of the examples of the many domains in which successful applicants will learn and contribute their knowledge.

Eligibility

- You are a national of a CERN
Member State.
- You have a 
technical diploma in the field of mechanics, electro-mechanics, electricity or electronics.

- You have no more than 4 years relevant experience after finishing your diploma. Candidates who are currently preparing a diploma are eligible to apply. However, they are expected to have obtained their qualification by the time they take up their appointment at CERN.
- Applicants with a higher level diploma (BSc, MSc..) are not eligible.
You should have at least a basic knowledge of English or French.

Remuneration
Duration: An initial contract of one year renewable for a second year
Financial conditions:Your take-home pay will be around 3,500 Swiss francs (2,800 EUR) per month
Leave: You are entitled to 2.5 days paid leave per month
Insurance: You are covered by CERN’s comprehensive health scheme for yourself and your dependents
Travel expenses: You are entitled to travel expenses for yourself and your dependents (unless stipulated otherwise)

Depending on your circumstances, you may be entitled to an installation grant, family allowance and child allowance
The 
Housing Service can provide information to help you in your search for accommodation
Successful applicants will be assigned to a project with a supervisor
On-the-job and formal training will be provided at CERN. There are also in-house language courses for English and French.

Application
The application and ALL supporting documents should reach CERN (or be submitted using the e-recruitment system) before 13 December 2013 (23:59 CET).
The following documents are required together with the completed electronic
application form (registration required):

- A Curriculum Vitae
- A photocopy of the last (highest) qualification
- Two reports on candidates to give as broad as possible overview of your academic and/or professional achievements


Visit the official website.

Register to read more...

LAVORARE ALL'ESTERO: I PAESI CHE OFFRONO LAVORO

mappa mondo

LAVORARE ALL'ESTERO: I PAESI CHE OFFRONO LAVORO

Per molti la molla per cambiare vita è proprio la necessità di trovare un nuovo posto di lavoro.

Con i licenziamenti e la disoccupazione alle stelle, in particolare quella giovanile, prendere la decisione di partire all'estero alla ricerca di maggiore fortuna non è per nulla rara.

Sono sempre di più, infatti, le persone, giovani e non, che ogni giorno cercano nuove opportunità in altri Paesi, pronte a cambiare vita radicalmente, trasferendosi per un periodo di tempo o per sempre. Ma quali sono le nazioni che offrono maggiori possibilità di lavoro?

C'è anche da sottolineare che gli italiani sono molto richiesti all'estero, sia perché offrono una manodopera molto qualificata in alcuni settori (come ad esempio quello della ristorazione), sia perché i laureati e gli specialisti sono molto preparati e, venendo da un Paese in crisi, propongono un rapporto qualità-prezzo molto conveniente.

{loadposition quadrato} 

I Paesi che che offrono lavoro e chiedono maggiormente manodopera in questo 2013 sono quelli che stanno avvertendo in maniera minore la crisi e quelli a notevole vocazione turistica (che cercano soprattutto manodopera stagionale).

Nel dettaglio: cuochi italiani sono richiesti un po' ovunque, dato che la nostra cucina è apprezzata in tutto il mondo, ma anche gli animatori, i baristi, i bagnini sono richiesti in tutti quei Paesi che hanno grandi villaggi turistici o puntano molto sul turismo.

Ma non finisce qua, perché nella classifica del recruiting ci sono anche Inghilterra e Germania: quest'ultima, inoltre, ha siglato con il nostro Ministero del Lavoro un accordo per un programma pensato ad hoc per la situazione.

Molte sono le richieste anche in Francia, Spagna e Irlanda.

Per chi ha lo sguardo proteso verso distanze più lunghe, segnaliamo che molte sono le richieste che vengono da Canada e Australia.

Ricordiamo che per cercare lavoro all'estero ci sono molti canali: primi tra tutti i siti specializzati che si trovano facilmente in rete.

Register to read more...

COME TROVARE LAVORO D’ESTATE NEI VILLAGGI TURISTICI: TUTTE LE DRITTE

villaggio turistico

COME TROVARE LAVORO D’ESTATE NEI VILLAGGI TURISTICI: TUTTE LE DRITTE

Molti giovani cercano l'opportunità di un lavoro stagionale, magari all'estero e che faccia unire divertimento e guadagno: cosa c'è di meglio dei vari villaggi turistici?

Soprattutto in estate, prevedendo un'affluenza extra, suddetti villaggi cercano più manodopera da inserire nel proprio organico, in modo da ampliarlo per soddisfare la clientela.

Le figure più ricercate sono quella dell'animatore, ma anche quella del barista, del bagnino, del cameriere, degli addetti alle pulizie nelle camere, del cuoco e dell'aiuto in cucina e molte altre ancora.

Per questo motivo, già nei primi mesi dell'anno, partono le ricerche, dato che bisogna organizzare per tempo la stagione estiva.

Questi villaggi turistici si trovano disseminati ovunque e chiedono manodopera italiana perché i nostri connazionali amano questa scelta per le loro vacanze.

Per questo motivo, si richiedono delle figure in grado di parlare italiano e venire incontro ai turisti.

{loadposition quadrato}

Ma come trovare le offerte di lavoro?

Come detto la ricerca delle figure professionali da inserire nel proprio organico partono molto presto: per trovare i vari annunci consigliamo di fare un giro sul web e vedere cosa viene offerto.

Di possibilità ce ne saranno indubbiamente tante e per coglierle basta inserire poche keyword, quelle giuste. Per chi vuole tentare altre strade, c'è un'altra via, ossia quella di inserire il proprio curriculum vitae nell'apposita sezione c, che si trova su tutti i siti dei vari villaggi.

Se il vostro sogno è lavorare a Eurodisney, piuttosto che in un villaggio al sole di Sharm el Sheik è meglio non perdere tempo e cercare da subito le novità in merito.

Una volta che si trova l'opportunità più consona alle proprie esigenze non bisogna fare altro che raccogliere tutte le proprie esperienze in un curriculum dettagliato e ben fatto e inviarlo, sperando di essere selezionati. In questo modo non solo si potrà fare un'esperienza interessante dal punto di vista formativo e lavorativo, ma si potrà anche avere un'estate all'insegna del divertimento.

Register to read more...

LE METE PIÙ GETTONATE PER IL LAVORO STAGIONALE

disneyland paris

LE METE PIÙ GETTONATE PER IL LAVORO STAGIONALE

Quando arriva l'estate la voglia di vivere un'esperienza nuova si fa sentire.

Spesso, però, si deve anche lavorare per potersi mantenere in vacanza o anche per mettere da parte un gruzzolo per l'inverno.

Per questo motivo, sempre più giovani, ma non solo, partono alla ricerca di un lavoro stagionale, anche alla luce della crisi economica che proprio non vuole passare.

Ma quali sono i posti in cui viene chiesta più manodopera stagionale?

C'è da sottolineare che quasi tutte le figure ricercate in questa stagione verranno inserite nel mondo del turismo e della ricezione, dato che sono i settori più attivi.

Detto questo, quindi, sottolineiamo anche che si cercano soprattutto cuochi, camerieri, baristi, animatori, bagnini e quant'altro sia connesso al mondo degli hotel, delle cucine e dei villaggi turistici.

Veniamo quindi al dove cercare lavoro: se si vuole rimanere in Italia, la risposta è senza ombra di dubbio in Riviera Romagnola.

Qui, infatti, si concentra gran parte della richiesta stagionale. Rimini, Cattolica, Riccione, sono da sempre sia le mete turistiche più gettonate in Italia, che quelle che chiedono più manodopera.

Anche nei parchi divertimenti e in quelli acquatici, come Gardaland o Zoomarine nella sezione lavora con noi, cercano nuovi operatori per implementare il personale.

Per chi, invece, preferisce cercare lavoro all'estero, consigliamo di tramite i vari siti online deputati: qui le occasioni non mancano di certo.

Per fare qualche esempio, si può cercare lavoro a Disneyland Paris, piuttosto che a Londra, che durante l'estate viene presa d'assalto, o nei grandi villaggi vacanze che si trovano disseminati in Grecia, Egitto, Tunisia.

{loadposition quadrato}

Molto in voga negli ultimi anni anche le isole spagnole, che ricevono sempre più turisti e, quindi, chiedono sempre più manodopera stagionale

Le possibilità non mancano, ma ci si deve sempre ricordare che ci sono delle selezioni: per questo consigliamo di stilare un curriculum vitae convincente ed esaustivo, ma al tempo stesso non troppo prolisso per fare colpo.

Consigliamo anche di inviarlo un po' ovunque, per avere la certezza di trovare un posto di lavoro.

Register to read more...

ARTICOLI SIMILI

Written on 20/03/2015, 17:10 by mome85
PROFESSIONE CHEF: COME TROVARE LAVORO ALL’ESTERO Quando si decide di emigrare in un nuovo Paese è sempre bene avere le idee ben chiare. Cosa si vuole...
Written on 03/12/2014, 09:26 by mome85
COME PREPARARSI ALL'ESPERIENZA DI AU PAIR ALL'ESTERO Poter risiedere in un paese estero per studiarne la lingua e la cultura è una delle esperienze...
Written on 17/11/2014, 20:22 by mome85
SCEGLIERE IL PAESE IN CUI EMIGRARE: PARAMETRI SU CUI BASARSI Quando si decide di partire per cercare un nuovo lavoro, spesso ci si lascia prendere...
Written on 24/07/2014, 11:30 by mome85
COME DIVENTARE INSEGNANTI DI ITALIANO IN INGHILTERRA Quando ci si trasferisce all’estero e, magari, si ha la laurea in lingue, uno dei sogni maggiori è...
Written on 22/07/2014, 19:47 by mome85
TRASFERIRSI A LONDRA? SEMPLICE SE SAI COME FARLO Soprattutto quando si è più giovani, se si pensa a un trasferimento, una delle mete più gettonate è...

GOOLGE+

Saturday the 24th. © Copyright 2012-2017 Espatriati per caso - Tutti i diritti riservati -