espatriati per caso

LE CASE DEL PAGURO: UNA FAMIGLIA DI ITALIANI NELLE FILIPPINE - Espatriati per caso

PRONTO A PARTIRE?

PRENOTA IL TUO HOTEL CON ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

Written on 30/01/2014, 19:16 by mome85
in-gran-bretagna-la-disoccupazione-è-in-calo
Written on 12/05/2013, 16:51 by mome85
ecco-le-mappe-dei-trasporti-pubblici-a-londra
103400
Written on 11/05/2013, 15:55 by mome85
trasporti-a-londra-oyster-card-e-travel-card
149450

HAI DOMANDE O CERCHI DELLE INFORMAZIONI?

PARTECIPA AL FORUM DI ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

LE CASE DEL PAGURO: UNA FAMIGLIA DI ITALIANI NELLE FILIPPINE

Creato Domenica, 28 Luglio 2013
AddThis Social Bookmark Button

le case del paguro

LE CASE DEL PAGURO: UNA FAMIGLIA DI ITALIANI NELLE FILIPPINE

Raccontaci chi sei e che cosa facevi in Italia prima di partire.

Ciao, siamo una famiglia bolognese che per 3/4 alla fine del 2012 si è trasferita in un isola delle Filippine. Il mio nome è Davide, mia moglie si chiama Simona e nostro figlio 22enne Andrea. Io ero un manager d’azienda, mia moglie lavorava nella organizzazione pubblica e Andrea da 2 anni era progettista di stampi con una assunzione a tempo indeterminato. Di comune accordo abbiamo deciso di licenziarci e di allontanarci dall’Europa in quanto la giudichiamo in totale decadenza e senza speranze per il prossimo futuro.

Perché hai scelto proprio le Filippine tra tutti i paesi?

La scelta delle Filippine non è stata immediata. Abbiamo preso in esame diverse possibilità basandoci su parametri quali clima, forma di governo, religione, lingua, sicurezza ecc… e continuando a scremare siamo giunti qui. Inoltre ci ha molto aiutato l’esperienza di un nostro connazionale di nome Paolo che ha fatto questo passo nel 2004 e grazie al quale abbiamo potuto chiarirci diversi dubbi ( oggi siamo ottimi amici ).

Che cosa consigli di fare agli italiani prima della partenza le Filippine?

Qui, grazie agli americani, tutti parlano inglese oltre al Tagalog che è la loro lingua, e un italiano che voglia trasferirsi dovrà forzatamente parlarlo. Certo non è come andare a Londra : qui tutti si sforzano di capire quello che dici e cercano di farsi capire da te senza spazientirsi quindi è sufficiente una preparazione di base per riuscire tranquillamente a comunicare.

Non pensate di venire qua a cercare un lavoro da dipendenti perché non lo troverete. Qui tutti i giovani sono laureati e pronti a fare qualunque tipo di lavoro a dei salari che un europeo non accetterebbe mai.

Che cosa fai nelle Filippine?

A mio avviso ci sono solo 2 possibilità : la prima è da pensionati perché con 1000€ al mese possono vivere bene 2 persone; la seconda è investire in una attività, ed è quello che abbiamo fatto noi comperando un pezzo di terra e costruendo dei bungalows da affittare ai turisti.

Principali differenze tra Italia e Filippine sia lavorative che sociali.

Le Filippine sono completamente diverse dall’Italia, sotto tutti i punti di vista. Per prima cosa il Paese è da alcuni anni in forte crescita ( 6/7% all’anno ) e questo lo si può vedere nelle piccole cose come nelle grandi. La gente di qua è molto povera ma comincia a permettersi il cellulare, il motorino o la televisione. Il governo sta investendo molto denaro in opere pubbliche, soprattutto infrastrutture, creando così nuovi posti di lavoro. Inoltre negli ultimi anni sono di molto aumentati gli investimenti stranieri che creano fiducia nel futuro del Paese e dei singoli. Qui nascono bambini a ritmi che difficilmente si incontrano altrove: un piccolo villaggio di pescatori vicino a dove abito non conta più di 50 case ma la sua scuola elementare conta 309 bambini ! La gente, pur  nella totale povertà, è sempre sorridente e disponibile, sempre pronta a darti una mano. Ciò che in Italia è scontato qui non lo è. Ad esempio nella stagione secca è importante non sprecare l’acqua perché non ne abbiamo all’infinito e i pozzi possono seccarsi; nella stagione delle piogge il problema può riguardare l’elettricità che a causa di guasti dovuti al maltempo può mancare per ore o per giorni. Ma tutto ciò viene affrontato con spirito fatalista e nessuno si dispera ma attende pazientemente.

Cosa ti manca dell’Italia?

Ad essere sincero essendo solo pochi mesi che sono venuto via non sento ancora la mancanza dell’Italia, solo di alcuni amici che mi piacerebbe poter avere qui per condividere questa meravigliosa esperienza.

Raccontaci un aneddoto che dia un'idea delle Filippine.

La gente del posto è decisamente portata a festeggiare, lo fa per qualunque motivo e non avendo molta disponibilità ricorrono a 2 cose : vino di cocco e karaoke, che sono alla portata di tutti.

Se qualcuno avesse curiosità ulteriori o solo voglia di approfondire quanto appena letto può contattarmi via mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ciao !!!! 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

ARTICOLI SIMILI

Written on 20/03/2015, 17:10 by mome85
PROFESSIONE CHEF: COME TROVARE LAVORO ALL’ESTERO Quando si decide di emigrare in un nuovo Paese è sempre bene avere le idee ben chiare. Cosa si vuole...
Written on 03/12/2014, 09:26 by mome85
COME PREPARARSI ALL'ESPERIENZA DI AU PAIR ALL'ESTERO Poter risiedere in un paese estero per studiarne la lingua e la cultura è una delle esperienze...
Written on 28/07/2014, 20:30 by mome85
TRASFERIRSI ALL’ESTERO: COME SCEGLIERE LA SCUOLA PER I PROPRI FIGLI Quando ci si trasferisce all’estero e si trova un lavoro, quasi sicuramente è una...
Written on 24/07/2014, 11:30 by mome85
COME DIVENTARE INSEGNANTI DI ITALIANO IN INGHILTERRA Quando ci si trasferisce all’estero e, magari, si ha la laurea in lingue, uno dei sogni maggiori è...
Written on 22/07/2014, 19:47 by mome85
TRASFERIRSI A LONDRA? SEMPLICE SE SAI COME FARLO Soprattutto quando si è più giovani, se si pensa a un trasferimento, una delle mete più gettonate è...

GOOLGE+

Sunday the 26th. © Copyright 2012-2017 Espatriati per caso - Tutti i diritti riservati -