espatriati per caso

DA POMEZIA A ORLANDO PASSANDO PER LONDRA: UN’ITALIANA GIRAMONDO - Espatriati per caso

PRONTO A PARTIRE?

PRENOTA IL TUO HOTEL CON ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

Written on 30/01/2014, 19:16 by mome85
in-gran-bretagna-la-disoccupazione-è-in-calo
Written on 12/05/2013, 16:51 by mome85
ecco-le-mappe-dei-trasporti-pubblici-a-londra
106800
Written on 11/05/2013, 15:55 by mome85
trasporti-a-londra-oyster-card-e-travel-card
155720

HAI DOMANDE O CERCHI DELLE INFORMAZIONI?

PARTECIPA AL FORUM DI ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

DA POMEZIA A ORLANDO PASSANDO PER LONDRA: UN’ITALIANA GIRAMONDO

Creato Venerdì, 28 Giugno 2013
AddThis Social Bookmark Button

orlando florida

DA POMEZIA A ORLANDO PASSANDO PER LONDRA: UN’ITALIANA GIRAMONDO

Partire dopo gli studi universitari è un pensiero che balza alla mente di tutti quei giovani che hanno voglia di farsi un’esperienza all’estero e imparare una lingua direttamente sul posto. Alessia, collaboratrice del travelblog Mindthetrip, ha deciso di farlo una volta presa la laurea triennale. Raccontare la sua esperienza può essere utile per tutti quelli che decidono di mettersi in gioco in una città straniera, lontano da casa: ho deciso di condividerla con gli amici di Espatriati per caso proprio perché appena ascoltata la sua storia, ho avuto voglia di partire, abbandonare tutto e provare anch’io.

Quando hai preso la decisione di partire?

Avevo appena finito il mio corso di studi all'università. Ad ottobre mi sono laureata e a novembre ho deciso di fare i bagagli e partire. La mia prima destinazione è stata Glasgow da un'amica, nella speranza di trovare un lavoro. Ma purtroppo le aspettative si sono rivelate inattese.

E così..

E così ho deciso di tornare in Italia, iscrivermi alla specialistica e aspettare di prendere la seconda laurea. Ma la voglia di espatriare era talmente forte che non ho saputo resistere.

Perché decidi di partire e.. di ripartire?

L'Italia non mi bastava più. Avevo bisogno di fare un'esperienza all'estero, ne sentivo l'esigenza.

Ecco che Alessia riparte di nuovo, nonostante la prima volta a Glasgow sia andata male.

Decido di ripartire. E come meta scelgo Londra. Questa volta parto con l’idea di frequentare un corso di inglese a Londra. Essendoci molta concorrenza tra le varie scuole di lingua, Londra sembra la più economica. Prenoto il mio corso di inglese e mi dico: "Ci provo". Compro un biglietto andata e ritorno e preparo la valigia per rimanere un mese. Rimarrò a Londra un anno intero.

Cosa è successo? Cosa ti spinge a rimanere?

Già dal primo giorno a Londra inizio a cercare lavoro, stampo i cv e vago tra le vie di Londra nella speranza di trovare un lavoretto pomeridiano che mi dia la possibilità di farmi guadagnare qualche soldo e far pratica con la lingua. Entro in un ristorante italiano e il proprietario mi chiede di dove sono. “Pomezia” - rispondo. E lui tutto entusiasta mi presenta ad un parrucchiere della mia stessa città che aveva il negozio accanto a lui. Il giorno dopo il parrucchiere di Pomezia riesce a farmi fare un colloquio per un ristorante. Ero arrivata lunedì a Londra, venerdì già lavoravo.

Semplice fortuna?

Devo ammettere che sono stata molto fortunata. Ma devo anche dire che se una cosa la vuoi fare, la riesci a fare e basta. Io mi ero in messa in testa di fare un'esperienza all'estero già dall'anno prima.. e l'anno dopo avevo un corso di inglese e un lavoro a Londra: la mia esperienza pronta solo ad essere vissuta.

Come è andato questo anno a Londra?

Benissimo: ho conosciuto tante persone, ho imparato la lingua, cambiato più lavori e aperto la mente. Ho studiato la grammatica al corso d’inglese e l’ho messa in pratica a lavoro e con gli amici conosciuti durante la mia permanenza. Certo non è stato tutto semplice. All’inizio non capivo bene l’inglese: sono arrivata a Londra con il mio solo bagaglio linguistico imparato a scuola. Una volta una signora mi chiese una “Steak, well done!” ma non sapendo cosa significasse le portai una bistecca di media cottura. E la signora mi rimproverò e si lamentò tantissimo. Da quel giorno avevo imparato un nuovo termine!

Ma la tua esperienza non finisce qui, giusto?

Dopo un anno a Londra ero pronta a rientrare a Pomezia. Contemporaneamente, una mia amica fa domanda per lavorare a Walt Disney World in Florida e manda anche il mio curriculum. Faccio il colloquio senza speranza di esser presa e attendo convinta che sarei rientrata a casa il più presto per riprendere gli studi. E invece vengo assunta e parto per un anno intero. Destinazione? Florida!

Londra-Orlando solo andata..

Altra e nuova esperienza. La consiglio a tutti. E’ stato un anno duro dal punto di vista lavorativo ma fantastico sotto altri aspetti. Ho iniziato subito a lavorare come cameriera nel padiglione italiano. Ho vissuto in un residence con altri ragazzi. Ci sono delle regole ferree da rispettare ma lavorare a Walt Disney World è stato magico. Inoltre mi ha dato la possibilità di viaggiare in altri stati d’America ma soprattutto di imparare ancora di più l’inglese.

Cosa ti ha insegnato questa esperienza?

Ho imparato a guardare l’Italia con occhi diversi. L'Italia è un paese bellissimo. La gente ama imparare l'italiano come seconda o terza lingua solo per il gusto di farlo. Abbiamo un grande potenziale, dobbiamo solo crederci di più.

Ma ora sei tornata..

Si sono tornata perché voglio completare il mio percorso di studi. Ma appena concluso riparto. Il mio sogno è insegnare italiano agli stranieri. E non vedo l’ora di realizzarlo.

Qualche consiglio per chi dovesse decidere di prendere e partire per passare un anno all’estero.

Affidarsi sempre a dei siti autorevoli. Posso consigliare Scambi europei e Carriere internazionali, due siti affidabili che ogni giorno postano annunci interessanti. Attenzione ad agenzie che promettono l’impossibile. Bisogna partite con tante speranze e con tanta voglia di fare, con la consapevolezza che all’inizio bisogna arrangiarsi e che bisogna abbassare la testa: bisogna essere sempre pronti a mettersi in gioco, professionali a lavoro e aperti a fare nuove amicizie. E se volete provare con Disneyland controllate su International services: magari stanno cercando qualcuno per il prossimo autunno!

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

ARTICOLI SIMILI

Written on 28/03/2015, 13:51 by mome85
11 SITI PER LAVORARE IN UN HOTEL IN SPAGNA  Lavorare in un hotel in Spagna, significa godere del sole ed essere sempre a contatto con la...
Written on 20/03/2015, 17:10 by mome85
PROFESSIONE CHEF: COME TROVARE LAVORO ALL’ESTERO Quando si decide di emigrare in un nuovo Paese è sempre bene avere le idee ben chiare. Cosa si vuole...
Written on 03/12/2014, 09:26 by mome85
COME PREPARARSI ALL'ESPERIENZA DI AU PAIR ALL'ESTERO Poter risiedere in un paese estero per studiarne la lingua e la cultura è una delle esperienze...
Written on 28/07/2014, 20:30 by mome85
TRASFERIRSI ALL’ESTERO: COME SCEGLIERE LA SCUOLA PER I PROPRI FIGLI Quando ci si trasferisce all’estero e si trova un lavoro, quasi sicuramente è una...
Written on 24/07/2014, 11:30 by mome85
COME DIVENTARE INSEGNANTI DI ITALIANO IN INGHILTERRA Quando ci si trasferisce all’estero e, magari, si ha la laurea in lingue, uno dei sogni maggiori è...

GOOLGE+

Monday the 24th. © Copyright 2012-2017 Espatriati per caso - Tutti i diritti riservati -