espatriati per caso

UNA FAMIGLIA DI ITALIANI A NORRKOPING IN SVEZIA - Espatriati per caso

PRONTO A PARTIRE?

PRENOTA IL TUO HOTEL CON ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

Written on 30/01/2014, 19:16 by mome85
in-gran-bretagna-la-disoccupazione-è-in-calo
Written on 12/05/2013, 16:51 by mome85
ecco-le-mappe-dei-trasporti-pubblici-a-londra
103400
Written on 11/05/2013, 15:55 by mome85
trasporti-a-londra-oyster-card-e-travel-card
149470

HAI DOMANDE O CERCHI DELLE INFORMAZIONI?

PARTECIPA AL FORUM DI ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

UNA FAMIGLIA DI ITALIANI A NORRKOPING IN SVEZIA

Creato Martedì, 26 Marzo 2013
AddThis Social Bookmark Button

Norrköping

UNA FAMIGLIA DI ITALIANI A NORRKOPING IN SVEZIA

Raccontaci chi sei e che cosa facevi in Italia prima di partire.

Mi chiamo Silvia Mainardi, ho 34 anni. Sono originaria di Vicenza e sono medico chirurgo, specialista in medicina interna (sia laurea che specialità le ho conseguite a Padova). Dal 2009 vivo in Svezia a Norrköping con mio marito Gabriele, 41 anni, meteorologo. Prima di partire in Svezia ho lavorato come specializzanda in medicina interna presso l'ospedale universitario di Padova, e successivamente per un breve periodo come specialista in un ambulatorio privato nelle vicinanze di Padova. 

Perché hai scelto proprio la Svezia tra tutti i paesi?

La scelta è stata dovuta al fatto che vi sia stata la possibilità quasi contemporanea di trovare lavoro sia per me che per mio marito. In precedenza avevamo pensato ad altre destinazioni (USA, Dubai, Svizzera e Germania) ma le circostanze hanno voluto che la migliore offerta sia arrivata proprio dalla Svezia. 

Che cosa consigli di fare agli italiani prima della partenza per la Svezia

Sicuramente iniziare a studiare lo svedese (l'inglese lo darei per scontato!). Inoltre, venire a fare un giro esplorativo da queste parti per rendersi conto del clima e di come si vive.

Che cosa fai in Svezia?

Dopo un periodo in cui ho lavorato nel reparto di medicina interna nell'ospedale di Norrköping ora lavoro in un piccolo presidio di medicina generale di campagna e sto conseguendo la seconda specializzazione in medicina generale.

Principali differenze tra Italia e Svezia sia lavorative che sociali.

Molte: sul lavoro vi è molta più organizzazione e "struttura" in Svezia, i diritti dei lavoratori sono rispettati e gli stipendi ed i benefit (riposi compensativi per esempio) sono adeguati al lavoro che faccio. La gerarchia sul lavoro manca nel senso in cui la si intende in Italia. Più in generale, le regole ci sono e vengono fatte rispettare a tutti i cittadini. 

Cosa ti manca dell'Italia?

Sicuramente la famiglia e gli amici. Dal punto di vista climatico le estati più lunghe e più calde. Ma per il resto non molto altro. 

Cosa può andare a fare un italiano in Svezia?

Dipende molto da cosa si sa fare, e dalla conoscenza dello svedese (praticamente indispensabile a parte per alcune professioni particolari e ricercate, come nel campo della ricerca internazionale o dell'informatica, in cui a volte - ma sono eccezioni - ce la si può cavare con l'inglese). 

Ci sono molti italiani in Svezia?

Nella capitale ci sono parecchi italiani, meno nelle cittadine di periferia come Norrköping (qui credo che non arriviamo ad un centinaio)

Raccontaci un aneddoto che dia un'idea della Svezia.

Un momento di vita quotidiana: è il 19 marzo, e mentre mia mamma in Italia cura i suoi fiori appena sbocciati in giardino, qui nevica da ieri in continuazione, fanno - 4°C e ci sono 20 cm di neve fresca, oltre a quella che è già caduta nel resto dell'inverno e che non si è ancora sciolta. Ma poco male: oggi grazie alle parecchie ore di recupero a cui ho diritto sul lavoro sono uscita alle 15, sono andata con calma a prendere Galileo, il nostro bambino duenne, all'asilo pubblico (che costa una cifra simbolica, e che è aperto in base alle esigenze lavorative dei genitori dalle 6 alle 18 dal lunedì al venerdì). Qui l'ho visto giocare tranquillamente all'aperto nonostante la temperatura, perché l'attività in giardino si svolge tutti i giorni, indipendentemente da sole, pioggia, nuvole o neve. Ceniamo alle 18 e alle 19 Galileo fila a nanna come tutti i bambini svedesi. Tra un po' faremo la dichiarazione dei redditi via SMS e i rimborsi delle tasse arriveranno dopo poco più di un mese sul conto corrente, e qui le tasse le pagano tutti! Dopo cena ci viene voglia di dare un'occhiata al telegiornale italiano per sentire le ultime novità politiche ma 5 minuti bastano e avanzano…

Questa intervista ci è stata gentilmente concessa da onewaytosweden.blogspot.com

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

ARTICOLI SIMILI

Written on 25/04/2013, 19:22 by mome85
COME TROVARE LAVORO D’ESTATE  A MALTA A Malta ci sono due lingue ufficiali, l'inglese ed il maltese, ma l'italiano, che fu una delle lingue...
213670

GOOLGE+

Sunday the 26th. © Copyright 2012-2017 Espatriati per caso - Tutti i diritti riservati -