espatriati per caso

VIAGGI: METE PER VACANZE DA PIRATI - Espatriati per caso

PRONTO A PARTIRE?

PRENOTA IL TUO HOTEL CON ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

Written on 30/01/2014, 19:16 by mome85
in-gran-bretagna-la-disoccupazione-è-in-calo
Written on 12/05/2013, 16:51 by mome85
ecco-le-mappe-dei-trasporti-pubblici-a-londra
111060
Written on 11/05/2013, 15:55 by mome85
trasporti-a-londra-oyster-card-e-travel-card
163790

HAI DOMANDE O CERCHI DELLE INFORMAZIONI?

PARTECIPA AL FORUM DI ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

VIAGGI: METE PER VACANZE DA PIRATI

Created on Monday, 07 January 2013

pirati

VIAGGI: METE PER VACANZE DA PIRATI

Nell'ultimo anno il termine pirati è uscito dai libri d'avventura per tornare nuovamente e tristemente sulle pagine dei quotidiani, ma se siete appassionati di pirati dei tempi passati, quelli con la benda sull'occhio e il pappagallo sulla spalla, quelli che facevano scorribande per mare e nascondevano tesori nella terraferma, ecco alcuni suggerimenti per partire alla ricerca delle atmosfere dei secoli passati, lasciandosi rapire dalla magia di Jack Sparrow.

{loadposition quadrato}

Prima tappa, prevedibilmente, i Caraibi per sentirsi attorniati da un'inconfondibile atmosfera piratesca. Durante le vostre vacanze estate 2013 troverete acque trasparenti, piccole grotte segrete e misteriose, sabbie che gli amanti delle immersioni potranno ammirare a diversi metri di profondità. Potrete raggiungere l'Isola della Tartaruga e vedere la fortezza Ozama, eretta tra il 1502 e il 1507 su ordine del governatore Nicola di Ovando per proteggere la città proprio dagli attacchi dei pirati, nonché la cattedrale di Santo Domingo, la prima del Nuovo Mondo, che servì da quartier generale a Francis Drake, celebre corsaro inglese.

Se siete amanti invece delle avventure di Sinbad, dovrete spostarvi in Medio Oriente. In Oman più precisamente. Qui potrete trovare le atmosfere del libro perché il Sultanato di Oman invita veramente a ripercorre il tempo a ritroso. Non potrà mancare nel vostro itinerario la città di Salalah, antico bastione di pirati e trafficanti di schiavi, dove potrete seguire l'aroma della magica via dell'incenso e delle spezie, o, più semplicemente, dell'acqua di mare sempre a 30°.

Facendo rotta verso l'Africa poi non potrà mancare una tappa nell'Isola di Zanzibar, che, situata al largo tra le coste del Kenya e della Tanzania, fu per tempi immemori riparo di pirati, negrieri e avventurieri di ogni genere, grazie a una serie di isole che ne compongono l'arcipelago. Durante il soggiorno si consiglia la lettura qualcosa della vita del pittore corsaro Louis Garneray, amico del celebre e intrepido Surcouf, che a Zanzibar trovò lungamente riparo.

Ultima tappa infine Costa Rica, dove Robert Luis Stevenson si ispirò all'Isola Coco per il suo celebre romanzo "L'isola del tesoro". Tra il 1600 e il primi del '900, l'isola fu rifugio di filibustieri e pirati che predavano le coste pacifiche dell'America spagnola. La leggenda vuole infatti che i pirati nascosero enormi bottini, frutti e i loro armamenti nelle innumerevoli grotte dell'isola.

Insomma mete paradisiache, acque trasparenti e la possibilità di trovare un tesoro. Cosa state aspettando? All'arrembaggio!

 

GOOLGE+

Saturday the 16th. © Copyright 2012-2017 Espatriati per caso - Tutti i diritti riservati -