espatriati per caso

PATENTE ITALIANA: VALIDA ALL’ESTERO? - Espatriati per caso

PRONTO A PARTIRE?

PRENOTA IL TUO HOTEL CON ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

Written on 30/01/2014, 19:16 by mome85
in-gran-bretagna-la-disoccupazione-è-in-calo
Written on 12/05/2013, 16:51 by mome85
ecco-le-mappe-dei-trasporti-pubblici-a-londra
111070
Written on 11/05/2013, 15:55 by mome85
trasporti-a-londra-oyster-card-e-travel-card
163790

HAI DOMANDE O CERCHI DELLE INFORMAZIONI?

PARTECIPA AL FORUM DI ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

PATENTE ITALIANA: VALIDA ALL’ESTERO?

Created on Friday, 25 July 2014

patente di guida italiana

PATENTE ITALIANA: VALIDA ALL’ESTERO?

Quando ci si trasferisce per un periodo di tempo, breve o lungo che sia, in un altro Paese, potrebbe capitare di dover guidare.

Ma la patente italiana è valida all’estero o no? Vediamo cosa accade in Europa e fuori dal nostro continente se si è in possesso di una patente di guida italiana. Innanzitutto, per sapere in quali Paesi Membri dell’Unione Europea è valida la nostra patente si deve consultare un apposito sito, che è europa.eu e di deve cercare qui tutto quello che interessa. E per i Paesi fuori dall’Unione Europea? In questo caso, fanno fede gli accordi che il nostro Stato ha stretto con i Paesi in questione. Si tratta di convenzioni abbastanza vecchie (quella di Parigi è datata addirittura 1926), ma sono ancora in vigore. Con queste viene sancito che grazie a degli accordi bilaterali chi ha la patente italiana può guidare anche in questi Paesi. Ma non sempre è così, perché alcune volte vanno chiesti dei permessi internazionali per poter guidare in un determinato Stato. Proprio per questo, vi consigliamo di informarvi in maniera preventiva, onde evitare di arrivare in una nazione senza i necessari documenti o permessi e di non poter guidare. In molti Paesi extra Unione Europea si deve avere la patente di guida internazionale, mentre in altri basta un permesso o, addirittura, una traduzione autentificata della propria patente.

{loadposition quadrato}

Cos’è la patente internazionale? Iniziamo a dire cosa non è: con essa non si può guidare in Italia, ma solo sui territori in cui serve. Per chi deve guidare in alcuni Stati è imprescindibile, perché è l’unico modo per poter aggirare l’ostacolo. Ovviamente, il cittadino italiano dovrà anche essere in possesso di una patente di guida valida sul nostro territorio.

Il permesso internazionale, invece, serve in quei Paesi che non hanno ancora ratificato la Convenzione di Vienna: un esempio? Il Giappone. Suddetto permesso vale un anno e per richiederlo è bene informarsi presso gli uffici competenti sulla documentazione da produrre.

 

GOOLGE+

Sunday the 17th. © Copyright 2012-2017 Espatriati per caso - Tutti i diritti riservati -