espatriati per caso

ANDARE A VIVERE IN POLONIA? VEDIAMO COME - Espatriati per caso

PRONTO A PARTIRE?

PRENOTA IL TUO HOTEL CON ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

Written on 30/01/2014, 19:16 by mome85
in-gran-bretagna-la-disoccupazione-è-in-calo
Written on 12/05/2013, 16:51 by mome85
ecco-le-mappe-dei-trasporti-pubblici-a-londra
111080
Written on 11/05/2013, 15:55 by mome85
trasporti-a-londra-oyster-card-e-travel-card
163790

HAI DOMANDE O CERCHI DELLE INFORMAZIONI?

PARTECIPA AL FORUM DI ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

ANDARE A VIVERE IN POLONIA? VEDIAMO COME

Created on Thursday, 19 December 2013

cracovia

ANDARE A VIVERE IN POLONIA? VEDIAMO COME

Chi va a fare anche solo un viaggio in Polonia non può non rimanerne affascinato.

Tuttavia, ci possono essere svariati motivi che portano un cittadino italiano a doversi trasferire in questa nazione. Che si tratti di una motivazione personale o di lavoro, l’iter da seguire è sempre lo stesso.

Vediamo come e cosa c’è da fare per trasferirsi in Polonia.

{loadposition quadrato}

Prima di incominciare a parlare dell’iter burocratico, facciamo presente che la lingua potrebbe essere un grosso problema, dato che si tratta di una lingua slava e molto lontana dall’italiano: per questo motivo consigliamo di impararla prima di trasferirsi, facendo dei corsi, anche base. In Italia se ne organizzano svariati, anche all’università. Fatto questo, dobbiamo fare una distinzione tra residenza temporanea e permesso di soggiorno. La prima serve quando ci si deve trasferire in maniera temporanea per 3 mesi. Per ottenerla ci si deve recare all’ufficio anagrafe della città o del quartiere e si deve avere con sé carta di identità e un documento che attesta che si risiede momentaneamente in Polonia. Si può presentare un contratto d’affitto o si può portare il proprietario di casa. L’ufficio in questione rilascia un documento che si deve presentare al Voivodato dove si richiede il permesso di soggiorno che poi sarà necessario se ci si vuole trasferire ininterrottamente in Polonia. In quest’ultimo caso si deve richiedere la residenza, anche nota come PESEL.

Quando lo si deve fare? Quando si superano i 183 giorni di permanenza in Polonia.

Si tratta di una nazione capace di dare molto e, inoltre, conoscere la cultura e le tradizioni di questo Paese in espansione è molto interessante.

Ricordiamo, inoltre, che le grandi città come Cracovia o Varsavia, sono centri universitari, vivi e pulsanti, pieni di occasioni. Se poi si considera che la vita costa davvero poco, tutto è ancora migliore.

GOOLGE+

Sunday the 17th. © Copyright 2012-2017 Espatriati per caso - Tutti i diritti riservati -