espatriati per caso

Vivere,lavorare,studiare,andare all'estero - Espatriati per caso

PRONTO A PARTIRE?

PRENOTA IL TUO HOTEL CON ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

Written on 30/01/2014, 19:16 by mome85
in-gran-bretagna-la-disoccupazione-è-in-calo
140530
Written on 12/05/2013, 16:51 by mome85
ecco-le-mappe-dei-trasporti-pubblici-a-londra
156810
Written on 11/05/2013, 15:55 by mome85
trasporti-a-londra-oyster-card-e-travel-card
240110

HAI DOMANDE O CERCHI DELLE INFORMAZIONI?

PARTECIPA AL FORUM DI ESPATRIATI PER CASO

CLICCA QUI

ANDARE COME RAGAZZA ALLA PARI IN NUOVA ZELANDA

au-pair

ANDARE COME RAGAZZA ALLA PARI IN NUOVA ZELANDA

Per andare come ragazza alla pari in Nuova Zelanda, nulla di più facile: basta fornirsi di un Visto Vacanza-Lavoro per la Nuova Zelanda.

New Zealand Au Pair Association  ha stabilito alcune regole che le sue agenzie si impegnano a rispettare. L'aasociazione raccomanda in particolare alle sue sedi, di garantire ai candidati il salario minimo neozelandese (13 NZ$/ora nel 2010).

Per 40 ore di lavoro a settimana, l’au pair può dunque aspettarsi un salario di circa 180 NZ$. 

Come altre associazioni nazionali, la NZAPA ha stabilito una lista di compiti che possono essere richiesti al lavoratore alla pari. 

      • Svegliare il bambino la mattina
      • Fare il bagno al bambino
      • Vestire il bambino
      • Fare il letto del bambino ed assicurarsi che la sua camera sia sistemata e pulita
      • Preparare colazione e pranzo al bambino
      • Preparare la merenda per il bambino
      • Fare uscire il bambino
      • Sistemare e pulire dopo i pasti
      • Accompagnare il bambino a scuola
      • Fare la spesa
      • Passare l'aspirapolvere nella camera del bambino e, se ne dispone, nella stanza dei giochi
      • Portare fuori la spazzatura
      • Fare il bucato (la lavatrice)
      • Andare a prendere il bambino a scuola
      • Fare i compiti con il bambino
      • Preparare il pranzo

In bocca al lupo!

Leggi tutto: ANDARE COME RAGAZZA ALLA PARI IN NUOVA ZELANDA

COME OTTENERE UN VISTO VACANZA LAVORO PER ANDARE IN NUOVA ZELANDA

nuova zelanda

COME OTTENERE UN VISTO VACANZA LAVORO PER ANDARE IN NUOVA ZELANDA

Il visto Vacanza Lavoro per andare in Nuova Zelanda permette ogni anno a 1000 cittadini italiani di età compresa tra i 18 e i 30 anni di recarsi in Nuova Zelanda per una durata di massimo 12 mesi.

I 12 mesi di validità sono a partire dalla data di emissione e sono validi per un numero illimitato di ingressi. Il titolare del visto, potrà dunque entrare ed uscire liberamente dal territorio neozelandese per tutti i 12 mesi di durata del visto. 

I requisiti per tale visto sono i seguenti:

      • Avere prenotato un biglietto di ritorno o un biglietto di andata verso un’altra destinazione
      • Avere minimo 2170 euro (cifra minima per vivere durante il soggiorno)
      • Avere un’assicurazione sanitaria privata che copra tutto il soggiorno di Vacanza Lavoro 

Si può lavorare per tutti i 12 mesi se si dimostra che non si è lavorato dallo stesso datore per più di 3 mesi. La stessa regola è valida per i corsi di studio che non devono aver superato la durata massima di 3 mesi ciascuno.

Le opportunità di lavoro sono numerose sia nell’agricoltura sia nelle società di servizi e se si hanno delle conoscenze in un determinato campo, si può cercare lavoro in quell’ambito. Ci si può spostare in varie località sia per esplorare il territorio sia per avere più possibilità di trovare occupazione.

Una volta terminato il periodo di validità del visto esiste una semplice procedura per prolungare il vostro soggiorno lavorando o studiando.

Il servizio sanitario pubblico ed i servizi sociali non sono però offerti ai detentori di visto.  

Chi può richiedere il Visto? 

I requisiti necessari sono:

      • Essere cittadino italiano in possesso di passaporto o documento di viaggio equipollente in corso di validità
      • Avere, al momento della richiesta, un’età compresa tra i 18 e i 30 (entrambi inclusi)
      • Non viaggiare accompagnati da bambini
      • Soddisfare i requisiti definiti dall’Immigrazione della Nuova Zelanda che definisce come obiettivo primario del viaggio la vacanza e il lavoro come occasionale 

Come richiedere il visto? 

Le richieste possono essere fatte:

      • Online da qualsiasi parte del mondo
      • Attraverso l’Ambasciata della Nuova Zelanda, se si risiede in Italia e non si dispone di una connessione ad internet, presentando i seguenti documenti:
        • Un modulo di richiesta per il Visto Vacanza Lavoro debitamente compilato e firmato dal richiedente
        • Un passaporto in corso di validità oppure un documento equipollente per ciascun viaggiatore iscritto nella domanda (valido per almeno tre mesi successivi alla data del vostro rientro previsto dalla Nuova Zelanda)
        • Il Visto Vacanza Lavoro costa 70 euro versati tramite un assegno circolare intestato all’Ambasciata della Nuova Zelanda, oppure il pagamento in contanti effettuato presso gli uffici dell’Ambasciata. Assegni bancari, carte di credito o vaglia postali, non sono accettati. Se volete ricevere il visto per posta aggiungete un assegno circolare di 22 euro per la spedizione in Italia. 

Una volta accettata la domanda di visto si potrà scegliere se ricevere un Visto elettronico tramite internet o un visto sul proprio Passaporto. 

Per informazione sui Requisiti di Salute necessari all’ottenimento del Visto cliccate qui.

Se avete domande sull’immigrazione in Nuova Zelanda telefonate al +64 9 914 4100 (dalle 7.00 alle 19.00 orario della Nuova Zelanda) dal lunedi' al venerdi')

Ulteriori informazioni sul sito del Ministero degli Affari Esteri 

Leggi tutto: COME OTTENERE UN VISTO VACANZA LAVORO PER ANDARE IN NUOVA ZELANDA

VISTO PER ANDARE A FARE UNO STAGE IN NUOVA ZELANDA

nuova zelanda

 VISTO PER ANDARE A FARE UNO STAGE IN NUOVA ZELANDA

Esistono due tipi di visto per andare a fare uno stage in Nuova Zelanda.

Il primo è specificamente concepito per gli stage degli studenti, e di quest'ultimo parleremo qui sotto.

Il secondo è una soluzione che si potrebbe definire come “soluzione di soccorso” conosciuta come  PVT. Tuttavia, partire a fare un periodo di stage in un'impresa neozelandese con un PVT significherà inevitabilmente che lo studente sarà considerato come lavoratore dipendente e non come stagista. Per quanto possibile è dunque consigliato ottenere il visto specificamente concepito per gli stage.

La prima delle condizioni per ottenere un visto di stage in Nuova Zelanda è essere uno studente. Lo stage deve fare parte del cursus di formazione del candidato.

Il visto sarà attribuito a condizione di: 

    • soddisfare i criteri di salute e di carattere stabiliti dalle autorità neozelandesi
    • fornire una lettera di sostegno della propria università o scuola
    • fornire una lettera dell'impresa accogliente 

La durata del visto per stage non può eccedere 6 mesi. Questo visto permette normalmente di seguire corsi per una durata massima di 3 mesi.

Il costo del visto per fare un tirocinio in Nuova Zelanda nel 2012 è di 145 euro. Le spese di visto possono essere pagate soltanto con carta bancaria.

La pratica di domanda del visto deve essere depositata dallo stagista all'ambasciata della Nuova Zelanda.

Questa cartella deve comprendere:

    • Il modulo INZ 1015 interamente compilato e firmato (sulla seconda pagina barrate la casella Student and Trainee Work Instruction)
    • un passaporto valido tre mesi dopo la data prevista di ritorno in Italia
    • due foto d'identità     
    • la lettera dell'università che conferma l'iscrizione dello studente e conferma la sua necessità di fare uno stage per completare il ciclo di studi
    • la lettera dell'impresa accogliente che conferma che vi propone un'offerta di stage

Una volta la pratica costituita, quest'ultima deve essere consegnata all'ambasciata della Nuova Zelanda.

Il visto potrà in seguito essere ritirato direttamente all'ambasciata o potrà essere inviato per via postale.

In bocca al lupo per tutti quanti…

Leggi tutto: VISTO PER ANDARE A FARE UNO STAGE IN NUOVA ZELANDA

GOOLGE+

Sunday the 16th. © Copyright 2012-2017 Espatriati per caso - Tutti i diritti riservati -